Incontrare le Balene Grigie (Eschrichtius robustus) in Baja California è una delle più belle emozioni che si possano provare durante un viaggio in questo territorio, e forse una delle più forti in assoluto per ciò che concerne il contatto con la natura.

 

Balene Grigie: dal Polo Nord alle acque della Baja California

 

La migrazione delle balene grigie parte a 10.000 km a Nord, dalle fredde acque del Polo Nord nelle lagune dell’Alaska, per raggiungere le acque più tiepide delle lagune della Baja California.

Le lagune della Baja offrono riposo e ristoro da millenni a questi grandi mammiferi, e la loro conformazione permette la protezione dell’ingresso da parte dei maschi.

Tutto questo continua da millenni, ma c’è stato anche un periodo durante il quale si è rischiato di perdere per sempre questa meravigliosa possibilità.

Dalle migliaia di balene grigie che frequentavano le baie della California intorno al 1850 si è passati a poche decine osservate dopo una ventina d’anni. Si è dovuto aspettare il 1946 per ottenere un’efficiente protezione di questo cetaceo sull’orlo dell’estinzione.

La popolazione del Pacifico orientale ha potuto quindi lentamente cominciare ad aumentare per raggiungere un livello più o meno stabile di circa 10.000 individui censiti.

Oggi è quindi ancora possibile osservare le balene grigie, ribattezzate “Balene della California”, che vengono a partorire in queste lagune.

 

Balene della Baja California: da dicembre ad aprile è possibile ammirarle

 

Le Balene Grigie giungono nelle acque della Bassa California verso la fine di dicembre, e rimangono qui fino alla metà di aprile.

In questi mesi partoriscono i loro cuccioli, che in poche decine di metri d’acqua possono rapidamente risalire in superficie e regalarci il loro primo respiro, consentendo avvistamenti straordinari.

I cetacei non battono ciglio alla vista delle barche cariche di turisti (piccole lance con una decina di persone ciascuna), si lasciano guardare, avvicinare, persino toccare.

Ci sono turisti, a volte, che le baciano e le abbracciano.

Loro saltano, soffiano, i cuccioli seguono le madri che cercano di proteggerli nuotandogli di fianco; spesso sono proprio i piccoli ad emergere e guardare, curiosi come tutti i “bambini”.

Cercano il contatto visivo, ed è un’emozione grandissima vederle affiorare, respirare ed incrociare il loro sguardo.

 

Vuoi vivere quest’esperienza unica ed emozionante? Contattaci subito!

 

Contact form 7 Mailchimp extension by Renzo Johnson - Web Developer